Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

Dal Cern all’Italia. Il Controesodo.

Tornare in Italia per la qualità della vita. Scelta controcorrente, ma neppure troppo, quella di Giovanni Bianchi, 33enne consulente informatico e startupper, che ha lasciato il Cern per rientrare nella Penisola.

In Svizzera si trovava -lavorativamente- benissimo. Ma non viveva nel contesto sociale per lui ideale. In Italia ha trovato -da un lato- un contesto poco propenso a favorire l’imprenditorialità innovativa. Professionalmente, però, è riuscito a cogliere un’opportunità professionale dal respiro internazionale.

Giovanni si presenta così agli ascoltatori di “Giovani Talenti”:

“Giovanni si è laureato a Pisa nel 2009, con una gran voglia di partire a fine percorso. E l’occasione capita: essendo la sua tesi concentrata su un progetto in collaborazione col Cern di Ginevra, si trasferisce lì, lavorando allo sviluppo di software per l’esperimento CMS.

Il contatto con l’ambiente internazionale si rivela subito stimolante: l’opportunità di imparare, a livello professionale nonché umano, supera le aspettative. Il CERN, come anche Ginevra, è un porto di mare: il ricambio di persone è molto rapido e si fanno moltissime conoscenze da tutto il mondo.

Col passare del tempo, però, la nostalgia di un tipo di vita diverso comincia a farsi sentire: una vita più stabile, con tutte quelle piccole e grandi cose che solo l’Italia può offrire, dal clima clemente, allo stile di vita mediterraneo, al gran cuore degli italiani.

Giovanni lavorerà per 3 anni e mezzo al CERN, prima di decidere di tornare in Italia, senza mai guardarsi indietro, ma anzi con la voglia di andare avanti e mettere a frutto le competenze acquisite nel suo Paese d’origine.

In Italia, Giovanni fonda una startup, Strappo, che sviluppa un’app mobile per facilitare la condivisione dei posti in auto di chi va al lavoro. Porterà avanti il progetto per due anni, insieme ad alcuni amici italiani, fin quando dovranno accantonarlo in attesa che arrivino leggi per regolamentare la sharing economy.

Attualmente, Giovanni lavora come architetto del software per H-FARM spa, una realtà di consulenza informatica in forte espansione”.

bianchi

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.