Radio24 | Il Sole 24 ORE

Docente Universitaria in Olanda

Oggi a “Giovani Talenti” vi raccontiamo la storia di Mariolina Eliantonio, giovane docente universitaria in Olanda. Paese dal quale osserva, con preoccupazione, la situazione accademica in Italia. Mariolina si racconta così ai lettori del blog:

“Ho 32 anni, sono nata e cresciuta a Pescara, e ho studiato Giurisprudenza a Teramo. Dopo un anno in Erasmus in Germania e tante esperienze di vacanze studio in Spagna, Francia e Austria, sono approdata a Maastricht (Paesi Bassi) per seguire un Master in diritto europeo e comparato. Dopo un anno in uno studio legale d’affari, ho fatto domanda per un posto da dottorando all’universitá di Maastricht. Al termine di una procedura di selezione basata sul mio progetto di ricerca e su un colloquio, sono stata ammessa. Nel 2007, a conclusione del mio dottorato, sono stata selezionata per un posto da Assistant Professor in Diritto Amministrativo Europeo presso la stessa universitá di Maastricht, dove oggi insegno e faccio ricerca. Nel frattempo sono diventata anche Direttore di un corso di laurea triennale, la European Law School. Il mio lavoro io lo amo come si ama un amante: lo desidero, lo coccolo, mi ci irrito qualche volta, e dopo (forse troppo) poco mi manca. Non mi manca l’Italia. Mi manca la mia cittá e tutto quello che le appartiene, il profumo dell’Adriatico e le domeniche di sole, le amiche di sempre che sono la mia ‘memoria storica’, i posti conosciuti e la semplicitá delle cose di casa. So peró che in Italia un lavoro come quello che ho oggi (in termini di gratificazione professionale ed economica) non lo troverei. Io non voglio sottomettermi alla logica del concorso, anche qualora il vincitore in pectore dovessi essere io. Inoltre, da quello che vedo, nelle universitá italiane non ci sono i soldi per fare investimenti, ci sono poche infrastrutture, lezioni con 200 studenti, poca internazionalizzazione e tanti “maneggi”. A queste condizioni io me ne sto a Maastricht, torno a casa ogni tanto e mi godo il bello che la mia cittá e la mia casa mi possono offrire”.

Vi aspetto alle 15 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

 

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.