Radio24 | Il Sole 24 ORE

“Cervello” italiano al MIT

Torna a parlare di università -oggi- “Giovani Talenti”. Aprendo una finestra su uno dei più prestigiosi atenei del mondo: il MIT di Boston, dove si trova il protagonista della puntata odierna, il 25enne Marco Di Maggio. Ne approfitteremo anche per lanciare un messaggio di speranza ai “cervelli” che intendono fare ritorno, nel Belpaese, parlandovi di un programma che ne finanzia il rientro.

Marco ha scelto di presentarsi così -con una lettera veramente toccante e tutta da leggere- ai lettori del blog di “Giovani Talenti”:

“Ho imparato che l’entusiasmo porta con sé l’incoscienza. Ho imparato che -per partire e lasciare tutto- a volte ci vuole anche quella. Ho imparato a conservare la curiosità di guardare ad una realtà non mia. Non ancora, almeno. Ho imparato che è normale ritrovarsi a 21 anni Oltreoceano, ed avere paura. Paura di dover costruire qualcosa, senza sapere da dove iniziare. Ho imparato che la voglia di non voler tornare a casa a mani vuote -a volte- è più forte.

Sono passati cinque anni: nel frattempo ho cambiato città e università. Dal lago Michigan al fiume Charles, dall'”University of Chicago” al “Massachusetts Institute of Technology”, tutto diventa sempre più familiare. Ho imparato a confrontarmi con professori che sembrano essere lì proprio per ascoltarmi. Ho imparato a non darlo per scontato, soprattutto nei momenti nostalgici. Ho imparato che esiste un “calciomercato dei cervelli”, per il quale non mi stancherò mai di allenarmi. Ho imparato ad avere una possibilità, e a non dover ringraziare nessuno se non le mie notti insonni. Ho imparato che si può trovare la compagna di una vita, e costruirla poi insieme.

Come non sarebbe mai potuto essere possibile in Italia. Ho imparato a lavorare al fianco di sudamericani, coreani, russi e indiani. Ho imparato a mangiare il sushi. Ma la pizza con l’ananas… proprio no. Ma ho anche imparato a non rassegnarmi. A non rassegnarmi ad un’Italia che non vede ancora, in persone come noi, il suo futuro”.

 

  Vi aspetto alle 15 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.