Radio24 | Il Sole 24 ORE

“Mago” della computer grafica a Singapore

Puntata ad effetti speciali, quella odierna di “Giovani Talenti”: ci trasferiamo per mezz’ora a Singapore, sud-est asiatico, per raccontarvi la storia di una giovane promessa italiana, al lavoro nel settore dei film di animazione internazionali. Un appuntamento da non perdere, soprattutto per gli appassionati di computer grafica! Xavier Matia Bernasconi, 33enne protagonista della trasmissione odierna, ha scelto di presentarsi così ai lettori del nostro blog:

“Ho iniziato nel mondo della computer grafica ormai piu` di 15 anni fa.

In Italia ho lavorato a Varese, Como e Milano, sempre con contratti saltuarii e, a causa dei budget limitati delle produzioni alle quali partecipavo, con stipendi molto molto bassi. Questo mentre cercavo di prendere la laurea in scienze informatiche.  

Dopo qualche anno in Italia, alla tenera età di 21 anni, ho ricevuto un’offerta da una famosa società svedese, che mi offriva contratto a tempo indeterminato, uno stipendio molto alto e un appartamento pagato in centro.

Un’offerta irrinunciabile, considerando che avrei lavorato sui video musicali di Madonna, U2 ecc.. Dopo qualche tempo mi sono poi trasferito in Spagna, dove la poca università che ho fatto mi è tornata utile, visto che ero software engineer, per software di video editing e compositing.

La tappa successiva fu Sidney, su di un film di cui nessuno sapeva nulla, ma che alla fine avrebbe vinto l’Oscar come miglior film d’animazione, Happy Feet.

Subito dopo l’Oscar ricevetti numerose offerte, tra cui Pixar, ma per vari motivi decisi di tornare in Europa, a Londra, su un film di animazione di Universal, “The Tale of Desperaux”, come supervisore del look e delle luci.

Verso la fine di questa produzione, Disney ed il regista di “Shrek 2” Kelly Asbury mi chiesero di andare a a Toronto a lavorare su di un film da anni in produzione, “Gnomeo and Juliet”, sempre come supervisore delle luci (un po’ come un direttore della fotografia, che però si occupa solo delle luci e non dell’inquadratura). Mentre mi trovavo in Canada ho anche girato un cortrometraggio, grazie anche allo sponsor della NFB (National Film Board of Canada) e ho insegnato allo Sheridan College.

Negli ultimi mesi di produzione, Lucasfilm, la società di George Lucas (papà di Guerre Stellari, e quindi in parte causa del mio amore per i film e gli effetti speciali), mi ha avvicinato, offrendomi lo stesso ruolo sul loro nuovo film di animazione. Offerta che ho accettato e che mi ha portato a Singapore, dove mi trovo attualmente.

Offerte da societa` italiane negli ultimi 11 anni…zero!”

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.