Radio24 | Il Sole 24 ORE

La “traghettatrice” dei Talenti verso l’Australia

Viaggio di andata e ritorno. E poi di sola andata… per l’Australia. E’ la storia di Laura Meda, 31enne Rappresentante Italiana per un’agenzia che si occupa dei visti e dei permessi di residenza permanenti per l’Australia. Oggi a “Giovani Talenti” protagonista chi aiuta la “fuga dei talenti” dal Belpaese. E’ questo, in sostanza, il lavoro di Laura. Che ai lettori del blog ha scelto di presentarsi così…

“Curiosa del mondo e appassionata di viaggi, ma da sempre orgogliosamente italiana, fino a cinque anni fa non avevo mai contemplato l’idea di poter costruire la mia vita in un altro Stato, per di più in un luogo distante 16.000 km da casa. Eppure, giorno dopo giorno, mi convinco sempre più che questo sia il Paese perfetto per realizzarsi professionalmente e, al contempo, creare la propria famiglia.

Entrata nel mondo del lavoro abbastanza giovane, ho maturato esperienza professionale sia nel settore legale, sbocco primario della mia laurea in Giurisprudenza, sia, soprattutto, nel campo della comunicazione e del mondo giornalistico, da sempre mia grande passione. Certo, qualche porta sbattuta in faccia c’è stata, ma -in realtà- non ero affatto “professionalmente delusa” quando, nel 2007, ho lasciato per la prima volta l’Italia. Avevo semplicemente voglia di esplorare il mondo e maturare un’esperienza professionale internazionale.

Così, quando mi si è presentata l’occasione di partecipare a un progetto di comunicazione sociale e assistenza degli italiani all’estero nella lontana Australia, non me la sono lasciata scappare! Dall’attività di segreteria presso il Consolato Italiano al lavoro presso una radio multi-etnica, alla collaborazione con Amnesty International, alla fine del 2008, con la consapevolezza di aver accresciuto enormemente le mie capacità professionali e personali, torno a casa entusiasta e fiduciosa.

Ad attendermi però solo desolazione! Giorno dopo giorno l’Italia mi sfiacca, mi delude e l’entusiasmo del ritorno inizia gradualmente a svanire.

L’Australia però continua a essere nel mio destino, perché, nell’estate 2009, dopo una difficile selezione, vengo assunta come responsabile del mercato italiano da una compagnia australiana che opera nel settore “visti e immigrazione”. Oggi vivo in Australia, sono la responsabile di tutte le attività di marketing e comunicazione destinate al nostro Paese, e mi occupo anche della consulenza tecnica e legale in materia di visti e immigrazione. Sono soddisfatta del mio lavoro, entusiasta delle opportunità che questa terra è in grado di offrirmi e felice del mio sviluppo professionale. In Italia tutto questo non sarebbe stato  possibile…

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.