Radio24 | Il Sole 24 ORE

Quando il dialogo intergenerazionale funziona…

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Alessandro, giornalista in pensione che ha voluto inviarci i suoi apprezzamenti. Non lo facciamo per auto-omaggiarci (quello lo lasciamo fare ad altri), ma per sottolineare un altro messaggio.

Quando si parla di “gerontocrazia”, in Italia, occorre pure definire bene il perimetro di quei “baroni” 70-80-90enni che -in ogni settore- della vita pubblica non si schiodano dalle loro poltrone e posizioni di potere, cooptando “giovani” (si notino le virgolette) pronti a replicarne i meccanismi. Allo stesso tempo occorre pure riconoscere che una parte “illuminata” di chi vive il periodo della terza età comprende bene la situazione dei giovani italiani, spesso obbligati alla fuga all’estero. Ed è pronto a fare del suo meglio per aiutarli e incoraggiarli. Grazie Alessandro!

“Spett/le Rubrica Giovani Talenti, dopo tanti tentativi, finalmente sono entrato nel vasto numero di programmi di Radio24, ed ho trovato il sito “Giovani Talenti”. In passato facevo fatica ma, per vie traverse, ero riuscito a collegarmi al sito. Alcune vicende di Giovani Talenti le ho inviate a mio nipote (studente di Medicina al quinto anno, Università di Chieti, per invogliarlo ad un “tentativo” di proficua emigrazione). La mia lunga esperienza di vita (80 anni!) di libero professionista e di giornalista mi consentono di esprimere un lusinghiero giudizio altamente positivo per il Vostro meritevole lavoro, nel fare comprendere che la nostra Italia ha estremo bisogno di non perdere le capacità e le attitudini dei giovani (i quali -UNICI- sarebbero oggi in grado di eliminare dal Paese questa gerontocrazia fasulla che ci governa malamente, con disprezzo dei canoni di una “moralità” di altri tempi (ed oggi…purtroppo disprezzata e disattesa!!!).  Speriamo che il “vento di altri Paesi” possa consentire ai giovani -oggi emigrati- di rientrare in patria e riportare le loro diversificate esperienze.

Cordialità e buon lavoro!”

ALESSANDRO 

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.