Radio24 | Il Sole 24 ORE

Un Amministratore Delegato a San Paolo, Brasile

Amministratore Delegato a 33 anni. Senza avere parentele importanti. Senza cooptazione. Sulla sola base del merito. Può succedere? All’estero sì. In un contesto multinazionale. Oggi vi raccontiamo la straordinaria vicenda di Gianluca Pettiti, ad per l’area America Latina della multinazionale Life Technologies.

“Dieci anni fa mi sono posto un obiettivo… 18 mesi fa, a 31 anni compiuti, ne ho realizzato una parte, diventando Amministratore Delegato della Life Technologies per il Sud America (società’ leader nel mercato life science). In Sud America gestiamo 24 Paesi, 4 uffici di rappresentanza, quasi 300 persone. Il segreto? Molto lavoro, qualche sacrificio, imparare 5 lingue e non dare nulla per scontato. 

Essere leader significa mettersi in gioco ogni giorno, in particolare quando ad essere in gioco non e’ solo la tua vita professionale, ma quella delle tante famiglie che dipendono dall’azienda che guidi. In questo contesto le qualita’ personali sono importanti, ma sono solo una parte del successo professionale, tanto importanti come la cultura della propria impresa, la formazione e -ovviamente- un pizzico di fortuna. 

Sono arrivato a Sao Paulo in Brasile dopo una laurea in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Torino nel 2003, quattro anni in General Electric e tre in Life Technologies, di cui due in Olanda. Anni nei quali -oltre al lavoro- ha giocato un ruolo centrale la parte di formazione “on and off the job”, attivita’ cruciale per preparami all’esperienza odierna.

Ho sempre vissuto la mia professione con uno spirito imprenditoriale, e ho trovato la mia strada in multinazionali americane perche’ sono pragmatiche, meritocratiche e pronte ad assumersi rischi per i propri talenti, meno legate a logiche di nepotismo, dove il network e’ centrale, ma le “raccomandazioni” giungono per merito e non per logiche personali.

Avrei preferito trovare tutto questo in una Societa’ italiana? Certo, ma fino ad ora non ho trovato il match giusto…in futuro chissà!” 

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.