Radio24 | Il Sole 24 ORE

Visti dalla Silicon Valley…

Pubblichiamo con colpevole ritardo la lettera di Gabriel, nostro ascoltatore dalla California. Lettera che ribalta completamente la prospettiva: in Silicon Valley sono i cosiddetti “vecchi” (gli “over 35”, non gli “over 50”!) ad essere discriminati. E in Italia? Gabriel non ci tornerebbe. Perché tornare in un Paese vecchio, dove essere giovane è considerato un handicap?

“Ciao Sergio, 

rispondo all’articolo  https://www.radio24.ilsole24ore.com/main.php?articolo=imprenditore-innovativo-web-silicon-valley-fuga-talenti-giovani .

Il mio problema per quanto riguarda il tornare in Italia è principalmente che -in Italia- non si crede nei giovani.

In America (USA), o almeno nella Silicon Valley, è l’opposto. I giovani sono il futuro e motore di ogni azienda/startup, e i vecchi (anche dai 35 anni in su) sono quelli che sono più cauti e che rallentano la compagnia (infatti alcuni dicono che là c’è discriminazione contro i “vecchi”, come invece qua c’è contro i giovani…)

Non so esattamente il perchè di questa discriminazione, e non so se sia giustificata: forse per l’educazione che i giovani ricevono, forse perchè i giovani non hanno modo di provarsi sul campo. Ma non potrei ritornare in Italia, sapendo che il mio valore intrinseco diminuirebbe -istantaneamente- di 10 volte.

(e poi l’italia è sempre in crisi e corrotta… ma quella è un’altra storia)

Ciao e buona fortuna!”

GABRIEL

 

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.