Radio24 | Il Sole 24 ORE

Natale a Capo Verde

Puntata Natalizia con trasloco a Capo Verde per “Giovani Talenti”: lo facciamo per raccontarvi una storia professionale, che ci porterà tra Medio Oriente, Nord Africa e Tropici. Storia “esotica”, quella di Tommaso Persello, 35enne imprenditore e consulente per gli investimenti esteri a Capo Verde.

Dalla quale traiamo due utili insegnamenti. Quello positivo: chi gioca da “global player”, senza porsi limiti  mentali o geografici, vince, in questo millennio. Quello negativo: l’Italia resta terra ancora troppo ostile verso questi “players globali”. E questo assolutamente non va.

Buon Natale!

—Tommaso si presenta così ai lettori del blog di “Giovani Talenti”:

“Mi chiamo Tommaso, ho 35 anni, mi sono sposato sette anni fa presso l’ambasciata italiana in Kuwait, e ho due figli.

Ho conosciuto mia moglie dieci anni fa a Coimbra, in Portogallo, lei é capoverdiana ed ha studiato legge in Portogallo, Paese in cui ho fatto la mia esperienza ERASMUS.

Abbiamo vissuto 3 anni a Kuwait city, 3 a Napoli, 1 a Marrakesh ed ora siamo a Capoverde.

Da poco meno di due anni ho aperto qui una società di intermediazione commerciale per investitori europei.

Lavoro assieme a mia moglie: lei é il nostro tramite commerciale a Capo Verde, io lo sono in Europa. Le cose vanno meglio di quello che ci potessimo aspettare.

Capo Verde é un paese in forte ascesa economica, considerato storicamente e culturalmente come una porta di accesso per i maggiori Paesi e africani e per le loro economie.

Capoverde é in forte espansione economica, è leader della regione ECOWAS, ossia l’unione economica dei 15 Paesi del West Africa, 220 milioni di abitanti.

Gli investitori esteri hanno esenzioni fiscali e doganali pari al 100% per i primi 5 anni: ci sono progetti per la realizzazione di 50.000 posti letto nel settore turistico delle isole di Boa Vista e Maio, ampliamenti di porti ed aeroporti.

Nell’arcipelago ci sono progetti di investimento per 100 milioni di euro nelle energie rinnovabili, il settore immobiliario é in fermento, retail e ristorazione sono in crescita, i dati relativi all’importazione di container ed immatricolazione di auto presentano importanti crescite percentuali.

Lavoriamo molto, ma per noi… e con i nostri ritmi ed il nostro stile.

Stiamo investendo sempre  più  direttamente nel settore retail, abbiamo concepito e realizzato un “concept store”, aprendo il primo a inizio dicembre a Praia, capitale dell arcipelago di Capo Verde.

Vogliamo esportare questo concept in altri paesi africani: entro fine 2013 prevediamo di aprire un ulteriore punto vendita a Mindelo, San Vincent e a Dakar in Senegal.

A Capo Verde, la crescita del  PIL é attestata  al 5.6 nel 2011, è prevista al 6.3 nel 2012: il 42%  della popolazione ha meno di 14 anni, con un età media di 17,3 anni. Una società si apre in 24 ore al costo di 100 euro.

Inoltre ci sono 28 gradi praticamente tutto l’anno, il pesce é  buono e la musica é  ovunque.

 Si sente il vento della crescita e dell entusiasmo soffiare: le vele si gonfiano, noi scommettiamo sullo sviluppo dell Africa”.

                                                                            

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.