Radio24 | Il Sole 24 ORE

Un Ingegnere “catalano”

“Visca Catalunya!”, Viva la Catalogna, viene da dire leggendo le righe che ci ha inviato Giuseppe Gugliotta, protagonista della puntata odierna di “Giovani Talenti”. Fondamentale per prendere il largo verso la Penisola Iberica, si rivela un’esperienza Erasmus. Il resto l’hanno fatto curriculum, merito e capacità di affrontare le sfide all’estero. Come ci spiega lo stesso Giuseeppe, presentandosi ai lettori del nostro blog:

“Giuseppe Gugliotta, 37 anni, la maggior parte dei quali vissuti in Calabria, tra Castrovillari e Cosenza. Da dieci anni, praticamente subito dopo aver conseguito la laurea in ingegneria civile all’UniCal, vive e lavora in Spagna.

All’inizio era Barcellona e dintorni, conosciuta durante l’esperienza Erasmus presso la “Universitat Politecnica de Catalunya”, ad offrire le possibilità di crescita professionale, unite ad una vita culturalmente interessante. Il tutto in un ambiente molto simile al Bel Paese dal punto di vista climatico, gastronomico e territoriale.

La rigida accoglienza catalana, la cultura del lavoro, la fiducia della gente ed una serie di congiunture favorevoli determinano la creazione di Pi Group, studio di ingegneria dedicato alle strutture, convenzionato con le varie università italiane aderenti al Lifelong Learnig Programme (LLP).

Da qualche anno vive, ergo lavora, a metà tra Italia e Spagna, oltre a prendere parte a diversi convegni nazionali e internazionali. Nel corso dell’ultimo anno si trasferisce a Lorca (Murcia), devastata da un terremoto nel maggio 2011, per offrire un contributo diretto alla ricostruzione di strutture antisimiche.

Fin dalla prima esperienza all’estero, mi ha sempre incuriosito conoscere posti nuovi, viverci e stringere relazioni, lavorarci. Da questo punto di vista, la Spagna è molto aperta, informale e permette di “vivir la vida”. Come in Italia, dove forse quello che manca è la fiducia nei giovani o il mancato inserimento dei giovani meritevoli nei posti che contano.

Scrivendo queste righe mi ricordo di quando l’ufficio tecnico di un Comune, credendo in una mia proposta progettuale, mi affidó l’incarico del progetto strutturale di un complesso scolastico. Correva l’anno 2008 e l’anno successivo ero nominato direttore dei lavori della parte strutturale. A 34 anni, residente all’estero, ero responsabile di una struttura di valore superiore al milione di euro.

Il Comune in questione, al quale sono infinitamente grato, è quello di Vilanova y la Geltrú.

Orgogliosamente “Visc(a) Vilanova” riprendendo lo storico slogan di quegli anni.

Lo slogan in Catalano ha il doppio significato:

Visca = Viva

Visc a = vivo a” 

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.