Radio24 | Il Sole 24 ORE

Imprenditrice della Formazione a Barcellona

A cavallo tra Europa ed Estremo Oriente. La storia professionale di Paola Costa, 36enne imprenditrice e fondatrice a Barcellona della scuola di insegnamento della lingua e della cultura cinese Orientalmente, rappresenta da sola un piccolo spaccato della globalizzazione in cui viviamo. Di fronte alla quale, spesso, si ha l’impressione che l’Italia arrivi molto impreparata, come sistema-Paese. Il mondo è cambiato. I nostri migliori giovani professionisti l’hanno capito. E si lanciano in avventure straordinarie, come quella che ha vissuto Paola, la cui ultima tappa -in ordine cronologico- la vede impegnata a Barcellona. Quando ha provato a rientrare in Italia -l’unica volta che lo ha fatto- la sola proposta che ha ricevuto è stata quella di lavorare come camierera sul treno veloce Roma-Milano, “poichè conosce le lingue” (le è stato precisato). Ogni commento è superfluo.

Paola si presenta così ai lettori del nostro blog:

“Mi chiamo Paola Costa, ho 36 anni. La mia storia parte da Roma, la città dove ho vissuto fino a 25 anni, quando mi sono laureata con 110 in Scienze Politiche.

La mia prima esperienza lavorativa full-time è stata a Shanghai, dove avevo soggiornato per sei mesi mentre facevo ricerche per la mia tesi di laurea, e dove ho trovato lavoro come responsabile del dipartimento dei vini italiani  in una trading company.

Nel 2003 lasciai la Cina per via della SARS e tornai a Roma, in cerca di lavoro… ma non trovai niente di interessante. 

Decisi così di trovare nuove opportunità formative a Barcellona, dove frequentai un Master in Marketing all’Università Pompeu Fabra, e dove mi fidanzai con un ragazzo catalano – che ora è mio marito.

Nel 2004 vinsi una borsa di studio dell’Istituto del Commercio Estero Spagnolo (ICEX), che mi diede la possibilità di frequentare un Master in “International Business and Managment and Trade” a Madrid, di lavorare successivamente come analista di mercato alla Camera di Commercio Spagnola a Taipei (Taiwan) e presso la sede di Hong Kong della banca spagnola BBVA.

Dopo essere  rimasta in Cina, tra Taipei, Hong Kong e Shanghai per ben sei anni, io e mio marito abbiamo deciso di tornare a Barcellona,  anche se la congiuntura economica era difficile.

Dopo una breve esperienza presso una trading company internazionale rimasi senza lavoro e decisi di aprire una mia attività.

E’ nata così nel giugno 2012 ORIENTALMENTE, un’accademia per l’insegnamento della lingua e della cultura cinese a distanza. L’idea è creare una struttura per far incontrare la domanda crescente dell’insegnamento del cinese con l’offerta formativa, cosa che oggigiorno è possibile grazie ad Internet e al sistema della videoconferenza. Un riconoscimento importante è stata la vincita del premio di Google “Euronews Business Awards” a fine novembre 2012.

ORIENTALMENTE, in appena 10 mesi, si è trasformata -da attività unipersonale che contava su due insegnanti in Cina- a una società che conta su: 2 sedi, una a Barcellona e una a Roma; 120 studenti; clienti come la rinomata Business School ESADE, l’Università Pompeu Fabra, la Business School di Touluse ESEC e la Fondazione Varrone di Rieti; un team di 12 insegnanti, 3 traduttori,  3 informatici, 2 disegnatori grafici ed 1 amministrativa.

In conclusione le idee ci sono, la voglia di lavorare non manca, ora serve solamente quel pizzico di fortuna che nella vita è sempre necessario per andare avanti e realizzare i nuovi progetti”.

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.