Radio24 | Il Sole 24 ORE

L’innovatore italiano a Londra

Ci sono italiani che realizzano percorsi di carriera realmente straordinari, all’estero: prendono un’occasione di lavoro, partono sulla scia di un’opportunità… poi arrivano notizie sulle loro imprese, che fanno comprendere quanto genio sia racchiuso nel Dna italico. E’ il caso di Stefano Ceccon, 29 anni: andato Oltremanica per un dottorato, non solo ha sviluppato la sua carriera nel settore della ricerca, ma si è fatto notare anche per una app che ha spopolato, nella capitale britannica (intorno alla app Stefano ha costruito pure la sua prima start-up), e -per non lasciare nulla al caso- ha ottenuto anche un’assunzione al quotidiano “The Times”, per le sue capacità di analisi dei dati.

Il tutto senza raccomandazioni di sorta: per fare strada sono bastate idee, capacità e un buon curriculum. Questa sì che è meritocrazia.

Stefano si presenta così ai lettori del blog di “Giovani Talenti”:

“Ciao a tutti,

Sono Stefano, vivo a Londra da quasi quattro anni. Mi ci sono trasferito per un dottorato di tre anni, e oggi lavoro al Times & Sunday Times e alla City University, oltre ad avere una mia piccola startup.

Ho studiato Ingegneria Biomedica (laurea triennale) e Bioingegneria (laurea specialistica) a Padova, ma prima di aver conseguito la laurea avevo gia’ inviato una mail alla Brunel University, a Londra, con la domanda di borsa di studio.

Durante questi anni non ho solo conseguito un dottorato e vissuto in una splendida citta’, ma ho anche stretto amicizie e rapporti professionali. Ad esempio con Maciej, un brillante programmatore polacco, con il quale ho fondato una startup per mettere in pratica alcune idee, frutto delle nostre esperienze personali e studi accademici.

La startup ha avuto un discreto successo, e nel frattempo ho anche trovato lavoro in uno dei migliori giornali del mondo. Il tutto, grazie ad un’altra mail inviata in redazione, alla quale ho ricevuto pronta risposta.

Non so come sarebbe stata la mia vita se fossi rimasto in Italia, ma sono contento di essere cittadino del  mondo e di come le cose vanno qui in Inghilterra. Voglio tornare, ma con gli strumenti giusti e al momento giusto per cambiare le cose.

Vi aspetto per discutere insieme su Giovani Talenti”,

Stefano

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.