Radio24 | Il Sole 24 ORE

Sogni la Ricerca? C’è la Svizzera

C’era una volta una bambina italiana che aveva un sogno: “fare la scienziata”. Oltre vent’anni dopo, quel sogno si è realizzato. Ma in Svizzera. Oggi a “Giovani Talenti” la storia di Sonia Pin, 32enne ricercatrice per uno dei maggiori centri di ricerca elvetici a Zurigo. L’Italia, quando vi è tornata dopo un dottorato a Grenoble, non l’ha voluta. Ora lei sta provando a rifarci pace.

Un’altra storia da non perdere, oggi “on air”. Sonia si presenta così ai lettori del blog:

“Sono un chimico pavese di 32 anni, che vive in Svizzera dal 2010. Dopo il mio doppio dottorato nel 2006 -italiano e francese, tra Pavia e Grenoble (in cui ho lavorato nel terzo acceleratore di particelle piu’ importante al mondo)- e due anni di assegni di ricerca a scadenza semestrale, ho capito che l’unico modo per poter pensare ad un futuro nella ricerca era lasciare l’Italia.

Oggi parlo quattro lingue e lavoro per un istituto federale, il piu’ importante in Svizzera, riconosciuto a livello mondiale, il Paul Scherrer Institut. Mi occupo di studi nel campo delle energie rinnovabili e dei nuovi combustibili.

Collaboro con ricercatori di ogni nazionalità, e di ogni età, in un ambiente in cui il dinamismo e le idee dei giovani non sono solo ben accette: sono anzi incentivate, nessuno è troppo giovane per poter proporre la sua linea di ricerca o il suo progetto.

A chi mi chiede se penso di tornare in Italia, rispondo: “Forse… intanto, stando qui, sto tornando a fare pace con un Paese con cui ero troppo arrabbiata quando, una mattina di ottobre del 2010, me ne sono andata „triste come chi deve“.

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!


Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.