Radio24 | Il Sole 24 ORE

Una Manager in Svizzera

Giovani coppie italiane all’estero. Con figli. Lo spunto ce lo offre oggi la storia di Luisa Boaretto, 38enne Change Manager per una multinazionale a Zurigo. Insieme a lei –on air- anche il marito Massimo: perché i giovani italiani preferiscono, laddove se ne presenti l’occasione, far crescere la propria famiglia oltreconfine? E quale perdita netta questo comporta per il sistema-Paese?

Ne parliamo oggi in onda. Luisa si presenta così agli ascoltatori di “Giovani Talenti”:

“Ciao! Siamo Luisa e Massimo, under 40, entrambi laureati con pieni voti in Italia. Da quasi 10 anni viviamo all’estero, prima in Francia ed ora in Svizzera, dove l’anno scorso e’ nata la nostra bimba.  

Grazie alla esperienza all’estero la nostra vita si e’ arricchita di opportunita’ professionaliLuisa e’ potuta passare con successo dal mondo dalla Finanza al Change Management, dove e’ stata responsabile per il Cambiamento e la Comunicazione di un progetto con un impatto su oltre 8000 persone. Ha inoltre avviato una sua attivita’ di Coaching, con clienti sparsi in tutta Europa.

La situazione per Massimo e’ al momento meno rosea: nonostante un MBA e dei brillanti risultati aziendali si e’ trovato coinvolto in un processo di ristrutturazione aziendale, ed ha sperimentato le difficolta’ a ricollocarsi in un mercato del lavoro saturo ed iper-competitivo.

Della Svizzera ci piace il contatto con la natura, la snellezza della burocrazia, la semplicita’ del sistema fiscale, i servizi offerti e le opportunita’ per nostra figlia. Ciononostante non ci sentiamo pienamente ‘a casa’: l’integrazione sociale e culturale e’ pressoche’ nulla, se escludiamo i rapporti con altri espatriati che vivono nella stessa nostra condizione, ed affrontano i medesimi problemi.

Questo  per noi e’ un prezzo molto alto, che non puo’ venire compensato dagli ottimi stipendi e dalla alta qualita’ di vita. Torneremmo in Italia ? Le nostre opinioni a riguardo sono piuttosto divergenti…”

Boaretto

Vi aspettiamo alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • Lia 18 novembre 2015 / ore 23:51

    Anche mio figlio con la sua famiglia e’ andato via! Cosa succedera’? L’italia perdera’ la sua forza piu’ preziosa! I giovani…! Not good