Radio24 | Il Sole 24 ORE

“Tornati… e ripartiti”!

Grazie, Francesca. Grazie della tua lettera, così sintetica e così al punto. In grado di smascherare le grandi debolezze del sistema-Italia.

Incapace di rimettere in circolo forza-lavoro ancora fresca e dal background internazionale. Quale Paese suicida può arrivare a fare questo?

La risposta, purtroppo, è molto semplice… lettera da leggere fino in fondo. E condividere online:

“Buongiorno,

io e mio marito dopo circa sette anni passati a lavorare e vivere all’estero (Svizzera, Nuova Zelanda) con posizioni di crescente responsabilità, nel 2013 siamo rientrati in Italia perché volevamo provare a lavorare di nuovo qui, e contribuire alla crescita del nostro Paese.

Lui ingegnere geotecnico, io specialista in comunicazione e marketing con più di 12 anni di esperienza, qualche progetto interessante a farci da referenza, etc..

Dopo aver provato a fare consulenze entrambi con poco successo, siamo di nuovo in partenza per la Svizzera di nuovo, con contratto a tempo indeterminato già firmato.

La mia impressione è che il sistema-Italia non sappia cosa farsene della nostra professionalità: siamo entrambi quarantenni e per la nostra età abbiamo ricoperto responsabilità che qui sono riservate ai cinquantenni. Forse abbiamo un profilo troppo internazionale per qui, dove non ci sono molte grosse multinazionali abituate a lavorare con expats.

Io ho lavorato qui sei anni nella stessa multinazionale con cui poi mi sono spostata in Svizzera, e mai avrei fatto la stessa carriera con la medesima rapidità.

È un peccato, perché molte risorse lasciano (nella nostra famiglia, quelli della mia generazione sono tutti emigrati per lavoro), e il mercato del lavoro rimane molto “immobile”, con stipendi inadeguati alla professionalità.

Ci auguriamo sempre che possa cambiare, senza lamentarsi. Noi saremo pronti a contribuire facendo del nostro meglio.. Nel frattempo, ce ne torniamo in Svizzera… poi chissà.

Buon lavoro e buona modernità a tutti!”

FRANCESCA

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.