Radio24 | Il Sole 24 ORE

Chi accetta la sfida? Lettera dall’Irlanda

In parte riflessione sull’espatrio, in parte offerta di lavoro… è molto interessante la lettera che Lorella ci ha inviato dall’Isola di Smeraldo, un tempo méta ambitissima dei giovani connazionali, poi uscita dalle rotte principali con la crisi.

Oggi torniamo in Irlanda, da cui arriva una proposta ai nostri giovani:

“Io e mio marito sentiamo di identificarci con quei giovani costretti a lasciare l’Italia per mancanza di opportunità: nonostante siamo degli “over 40”, abbiamo seguito il percorso descritto da molti dei vostri ascoltatori e per gli stessi motivi. Ci dispiace sentire che le cose non sono molto cambiate dai giorni in cui abbiamo fatto le valigie e -senza avere la più pallida idea di cosa ci aspettasse- siamo andati!

Oggi a distanza di almeno 15 anni , ci troviamo in una bella cittadina dell’Irlanda, Paese bellissimo con una buona ripresa economica, con gente simpaticissima e con un unico difetto, il tempo. E finalmente abbiamo aperto il nostro ristorante, sogno che abbiamo da quando abbiamo lasciato l’Italia la prima volta. Entrambi siamo cresciuti nel settore, io nel ‘ front of house’  e amministrazione, il mio compagno come Responsabile e direttore della cucina. Per anni vivendo qui, pensavamo che un bel ristorantino italiano sarebbe stato fantastico – e ora e’ successo.

Nel frattempo ho abbandonato il ruolo per specializzarmi nel ‘ back of house’ con una grossa società di informatica, quindi il mio compagno e’ solo in questa avventura. Inizialmente con un socio nostro amico, il quale ha dovuto lasciare per motivi personali, siamo alla ricerca di un giovane che si assuma la responsabilità della conduzione del ristorante in una posizione di ‘ front of house’ manager, le cui mansioni o responsabilità saranno quelle del proprietario e di chi ha l’attivita’ a cuore e vuole farla crescere.

Per questo, vogliamo che questa persona sia parte socio per condividere tutto, gioie e dolori, e siamo disposti a fargli acquisire la quota  attraverso il lavoro …ma questo significa un sacrificio iniziale.

Abbiamo messo un annuncio online… ma sono pochi i ragazzi che rispondono e mostrano spirito di sacrificio“.

LORELLA

 

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.