Radio24 | Il Sole 24 ORE

Un Ricercatore Chimico nell’Ulster

Quella che vi raccontiamo oggi è la storia di un ricercatore formato dall’Italia, al quale il nostro Paese ha offerto zero possibilità e zero prospettive. L’ennesimo paradosso di una nazione… che non riesce proprio a trattenere i suoi talenti.

Una storia paradigmatica e rappresentativa di molte altre, quella del 32enne Domenico Crocco:

Il mio nome è Domenico Crocco, sono nato a Cosenza, dove ho conseguito la laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche con lode presso l’università degli studi della Calabria nel novembre 2009.

Nel 2010, riesco a vincere un concorso di Dottorato in Chimica dello stato solido con borsa presso l’università degli studi di Parma. Inoltre, trascorro 6 mesi presso l’università di Cape Town e l’università di Stellenbosch in Sud Africa, per poi rientrare a Parma e concludere il mio dottorato di ricerca nel marzo 2014.

Da settembre 2013 fino alla fine del mio dottorato, ho inviato centinaia di curricula in Italia, presso aziende ed università: il risultato è stato imbarazzante, colloqui sostenuti zero.

Capito l’andazzo, ho inviato molti curricula all’estero e sono riuscito ad ottenere una posizione come postdoctoral scientist presso i laboratori di ricerca e sviluppo della Janssen Pharmaceutica (la divisione farmaceutica della Johnson&Johnson) ad Anversa in Belgio per un periodo di 2 anni.

Il mio contratto termina in Aprile 2016: non avendo avuto nessun rinnovo inizio ad inviare molti curricula in tutto il mondo, principalmente in Europa. Dopo circa 650 applicazioni, dopo aver sostenuti tanti colloqui e dopo aver preso tante delusioni riesco ad ottenere una posizione come senior scientist presso l’azienda farmaceutica Almac sita in Belfast in Irlanda del Nord. Ho iniziato lo scorso 5 settembre“.

crocco

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

 

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.