Radio24 | Il Sole 24 ORE

Studiare negli States

Una “prima assoluta”, oggi a “Giovani Talenti”: quella di una studentessa in periodo di formazione all’estero. Con la 17enne Astrid Barzaghi inauguriamo un nuovo filone, che ci porterà -una volta al mese- nel mondo delle migliaia di giovani italiani che frequentano un’università all’estero, oppure “emigrano” fin dalle scuole superiori, per periodi di scambio studentesco.

Astrid si presenta così, agli ascoltatori di “Giovani Talenti”:

“Sono Astrid, studentessa liceale di Milano, sto frequentando il mio quarto anno di superiori all’estero, a St. Louis negli Stati Uniti, grazie a una borsa di studio vinta per meriti scolastici.

Penso che l’esperienza si sia dimostrata un momento fondamentale della mia crescita personale ancora prima di partire, quando un anno fa mi sono confrontata con la decisione di lasciare la mia casa, i miei genitori e i miei amici per andare a vivere nella parte opposta del mondo.

Essere un “Exchange Student” significa innanzitutto mettersi nella condizione di affrontare e superare paure come quella di non essere in grado di farcela da soli, o quelle ovviamente causate dal doversi costruire un’identità sociale in una cultura diversa.

Tuttavia c’è sicuramente molto più di questo: è un’esperienza che cambia profondamente la percezione che ciascuno ha di sé e di chi ci circonda. Per prima cosa mi ha lasciato impresso un nuovo concetto di casa, che da luogo fisico in cui si abita è diventato il posto in cui  sono circondata dalle persone a cui sono affezionata.

Mi ha inoltre colpito molto il fatto di avere un “fratello” e una “sorella”, condizione che ha richiesto qualche tempo per abituarcisi, ma che sicuramente mi ha insegnato molto sul condividere e sul non sentirsi al centro del mondo.

Infine è importante menzionare l’opportunità di studiare in un sistema scolastico molto diverso dal nostro, preferendo un approccio piuttosto pratico, che mi ha permesso di trovare i punti di forza e di debolezza di quello a cui ero abituata.

Non è sempre facile essere un “Exchange Student”, ma penso che in ogni suo aspetto sia un’opportunità che per chiunque vale la pena cogliere”.

Vi aspetto alle 13.30 (CET) sulle frequenze di Radio 24 – Stay tuned!

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.