Radio24 | Il Sole 24 ORE

Studiare in Brasile

Lucrezia Castoldi, 17 anni, sarà la “Testimone” -oggi- di “Generazione Mobile”, in onda alle 13.30 (CET).

“Generazione Mobile” è il primo passaporto radiofonico valido per l’espatrio.

La puntata odierna si focalizzerà in particolare sulle opportunità di scambio studentesco in Brasile.

Un nuovo bando per borse di studio all’estero targate Inps e dedicate ai figli di dipendenti pubblici è al centro di “Toolbox”, la nostra cassetta degli attrezzi. Nello spazio “Job Abroad” vi racconteremo le offerte di impiego più “trendy” del momento nel mondo. Infine, in “Internet Point”, spazio alle vostre lettere, con le richieste di consigli e “dritte” utili per espatriare.

Lucrezia Castoldi si presenta così, agli ascoltatori di “Generazione Mobile”:

“Mi chiamo Lucrezia, ho 17 anni e vivo in un piccolo paese vicino a Milano, ma ora sto vivendo il mio anno all’estero in Brasile. Qui vivo in una città di circa 10.000 abitanti e circa a 100 metri dal mare.

Sono ormai 7 mesi che sto vivendo la mia vita dall’altra parte del mondo, lontana da parenti, amici e dal paese nel quale sono nata, ma posso assicurarvi che sono assolutamente felice e orgogliosa della scelta che ho fatto.

Come persona molto aperta e accogliente posso subito dirvi che il Brasile è il paese adatto a me. I brasiliani pur non avendo nulla sono capaci di darti il mondo e farti sentire sempre a casa. Lo spirito e la voglia di vivere brasiliani sono contagiosi, loro sanno approfittare ogni momento della vita in modo spensierato e allegro. L’unico aspetto negativo di questo popolo è che la puntualità per loro è un optional.

Stando in questo Paese ho imparato a vedere il mondo con gli occhi di una bambina, che non conoscendo nulla si sbalordisce per ogni minimo gesto e ogni minimo dettaglio. Inoltre ho imparato a non dare nulla per scontato, perché in ogni piccolo cenno c’è una dimostrazione.

Questa esperienza ti insegna a crescere, a migliorare e a responsabilizzarti. Dal mio punto di vista è uno sguardo al futuro, quando arrivata l’età, ci si allontanerà da amici casa e famiglia, per iniziare la nostra vera vita.

L’unico consiglio che vi voglio dare è assolutamente di partire. Lasciare da parte la paura e l’attaccamento alla famiglia o alla propria casa. Siate pronti a scoprire il mondo, perché non c’è cosa più bella di viaggiare e sentirsi completamente liberi”.

ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMUNITY DI GENERAZIONE MOBILE:

Studiate/lavorate/siete imprenditori all’estero? E siete “under 40”? Avete una storia da raccontare e consigli preziosi da dare per cogliere opportunità oltreconfine, sfruttando le occasioni di mobilità internazionale? Scrivete a: generazionemobile@radio24.it 

Oppure, avete domande da porre su come studiare/fare stage/lavorare/avviare start-up all’estero? Inviatele a: generazionemobile@radio24.it 

Infine, avete un sito/blog all’estero, nel quale fornite consigli pratici su come trasferirsi nel vostro attuale Paese di residenza? O avete scritto un libro su questo tema? Segnalateci tutto, sempre a: generazionemobile@radio24.it 

 

 

 

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.